Tuscan chestnut Necci Necci toscani

I NECCI TOSCANI, CREPE DI CASTAGNE.

Ci sono poche cose che richiamano l’autunno come i necci toscani. La farina di castagne con la quale queste crepes vengono preparate ci permette di assaporare il sapore delle castagne anche dopo il termine della stagione del raccolto.

Per secoli le castagne sono state raccolte, e lo sono tutt’ora, nelle montagne della dorsale appennica. Le castagne hanno fornito ai nostri avi calorie durante i mesi più duri e garantito la sopravvivenza delle popolazioni di montagna. Non solo sono una fonte eccellente di zuccheri ed energie, ma anche di vitamine e minerali.

Le castagne vengono tradizionalmente arrostite sul fuoco di legna, cotte al forno o bollite, ma vi è un’opzionemolto interessante offerta dalla farina di castagne: ricavata dalla macinatura di castagne disseccate, ci permette di offrire piatti sani e desserts anche ad una crescente popolazione di celiaci.

Nella maggior parte delle regioni italiane, è usata più che altro per fareil castagnaccio, un dessert molto ricco e non molto dolce. Fatto interamente di farina di castagne, è totalmente privo di glutine. Dato che è privo di agenti lievitanti, è piuttosto denso. Costellato semplicemente di uvetta, pinoli e rosmarino, è un dolce semplice e tipico della tradizione italiana.

La farina di castagne è usata anche per fare crepes. In Toscana vengono chiamate necci e vengono tradizionalmente consumate vuote o riempite di ricotta e miele. Dato che la farina di castagne è poco dolce, si presta anche alla preparazione di crepes con ripieni salati. Le crepes fatte con questa farina non sono solo completamente prive di glutine, ma creano un piatto invernale unico che esalta il sapore della farina.

Poichè non contengono grassi animali e uova, i necci sono anche un piatto ideale da offrire ai nostri commensali intolleranti a lattosio e uova o vegani, una volta che si sostituisce il ripieno di ricotta con una salsa di cioccolato fondente.

Purtroppo è piuttosto difficile trovare una farina di castagne fresca che non assorba troppo l’acqua: mentre stavo cucinando i necci, l’impasto lasciato nella ciotola tendeva ad addensarsi e ho dovuto aggiungere più acqua. L’impasto dovrebbe essere piuttosto liquido. Ho anche aggiunto un po’ di olio d’oliva per rendere i necci più elastici e poterli arrotolare meglio, ma in genere nelle ricette ci sono solo farina di castagne ed acqua.

Una padella è tutto tranne il modo ideale di prepararli, gli strumenti tradizionali sono i ferri, dischi metallici connessi in una sorta di pinza che cuociono i due lati della crepe simultaneamente. Ci vuole un po’ di pratica ma si possono raggiungere dei buoni livelli.

5 da 1 voto
NECCI TOSCANI
Prep Time
20 min
Cook Time
30 min
Total Time
50 min
 
Course: Dessert
Cuisine: Italian
Keyword: CASTAGNE
Servings: 6
Ingredients
  • Ingredienti per i necci
  • 300 gr. farina di castagne
  • 1 pizzico di sale
  • 500 ml. d'acqua
  • burro per la padella
  • Ingredienti per il ripieno
  • 300 gr. ricotta di pecora
  • 20 gr. zucchero a velo
Instructions
  1. Versare in una ciotola la farina setacciata, l'olio, il sale e aggiungere a filo l'acqua, rimescolando continuamente inmodo da evitare grumi.

  2. Scaldare una padella antiaderente su una fiamma medio-alta e cospargerla con un velo di burro. Versare un piccolo ramaiolo di impasto nella padella e farla ruotare in modo che si spanda uniformemente. Cucinare la crepe finche non si formano delle bolle sulla superficie e i lati sono croccanti, per circa 3 minuti.  Fai scivolare una spatola sotto la crepe in modo di staccarla e girarla. Cucinarla nell'altro lato, per circa mezzo minuto, poi trasferirla in un piatto. Coprire il piatto con un foglio d'alluminio per tenerle calde mentre si cuociono le altre. Ripetere fino alla fine dell'impasto.

  3. Con delle fruste elettriche, mescolare lo zucchero e la ricotta. Spalmate il ripieno sulle crepe, arrotolatele e godetevele.

Recipe Notes

In merito alla preparazione della ricotta, è meglio suguire le istruzioni già date nella ricetta degli gnudi.

2 comments on “I NECCI TOSCANI, CREPE DI CASTAGNE.Add yours →

  1. Bella ricetta, penso che il ripieno si presti anche ad alcune rielaborazioni con aggiunta di noci o altri dolcificanti alternativi allo zucchero come la sapa.

    1. Sono pienamente d’accordo, se riesco a farmi prestare i ferri gaccio un po’ di esperimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *