SOUFFLÉ DI CASTAGNE

SOUFFLÉ DI CASTAGNE

Questo modo di rifare il soufflè di castagne mi è stato suggerito da una vecchia ricetta dell’Artusi. Avevo voglia di trovare un modo un po’ sfizioso di fare le castagne, e questo utilizzo delle castagne fresche mi è piaciuto molto. Nelle ricette contemporanee, anche di soufflè, si usano in genere marmellate di castagne. Ammetto che la preparazione in questo modo è un po’ più laboriosa, ma queste marmellate sono molto dolci e rischiano di creare dei piatti che tendono ad essere stucchevoli. Sono quindi ritornata all’origine, ad una ricetta vintage, ma parecchio alleggerita rispetto all’originale. Il maestro utilizza 5 uova, e naturalmente le indicazioni sono molto sbrigative, tempi di cottura e temperatura all’epoca erano sottintesi: regolare la fiamma delle stufe economiche e dei forni a legna era compito di cuoche provette che avevano bisogno solo di idee e suggerimenti per sperimentare nuovi piatti: nulla a che fare con le ricette moderne, fruibili anche dai meno esperti.

Chestnut soufflè/soufflè di castagne
shadow
Tempo di preparazione: 20 minuti
Tempo di Cottura: 40 minuti
Tempo totale: 60 minuti
Dosi per: 4 persone

Ingredienti

  • 150 g. castagne
  • 25 g. zucchero a velo
  • 1 bustina di vanillina
  • 2 tuorli
  • Un pizzico di sale
  • 140 g. di albumi a temperatura ambiente
  • Zucchero semolato per i ramequins
  • Burro per i ramquins

Preparazione

Bollire le castagne in una pentola con acqua per 10 minuti. Pelarle e cuocerle nel latte per circa 30 minuti.
Mettere le castagne con il latte in una ciotola e, con un frullatore ad immersione, ridurle in purea. Aggiungere la vaniglia e i tuorli e mescolare.
Accendere il forno e impostare la temperatura a 200°.
Imburrare i ramequins anche sui bordi, aiutandosi con un pennello. Cospargerli di zucchero semolato ed eliminare quello in eccesso. Posizionarli su una leccarda.
Battere gli albumi con il sale nella ciotola di una planetaria o con le fruste elettriche fino a quando sono quasi montate a neve e fanno il “becco d’anatra”, aggiungendo gradualmente lo zucchero a velo.
Usando una spatola di silicone, unire un quarto degli albumi alle castagne per alleggerire l’impasto. Aggiungere in altre due fasi il resto degli albumi. Versare l’impasto nei ramequins.
Infornare la leccarda con gli stampi e far cucinare i soufflé per 25-28 minuti, fino a quando sono gonfi e sodi. Non aprire mai il forno durante la cottura per non creare uno shock termico e farli sgonfiare.

Note

Utensili necessari: 4 ramequins

shadow

About the Author

Crescendo in Emilia-Romagna, una regione rinomata per il Parmigiano, il prosciutto di Parma, le lasagne e la pasta ripiena, una parte predominante della mia infanzia l’ho trascorsa in cucina con mia nonna e mia mamma.
Fin dai miei primi anni di vita, ho avuto la consapevolezza che per loro cucinare esprimeva tutto il loro amore per la famiglia. Ricordo ancora con nostalgia quel tepore familiare, e ciò che mi manca di più è il mio pattugliamento attorno ai fornelli, attendendo l’occasione di rubare un boccone.