Rabbit tuna tonno di coniglio

TONNO DI CONIGLIO

Tonno e coniglio? Cosa hanno a che fare l’uno con l’altro? La leggenda narra di un ingegnoso escamotage dei frati di un convento di Avigliana, nel Torinese. Si dice che nell’Ottocento, in un momento nel quale le regole del digiuno erano particolarmente severe, i frati, per aggirarle, immergessero conigli (e pure galline) per poterli ribattezzare col nome di “tonni” e poterli quindi mangiare senza fare peccato.

Malgrado sia un piatto di origine contadina e semplicissimo, è un desinare elegante e delizioso, perfetto in tutte le stagioni ma particolarmente in estate. È un piatto nato nelle campagne del Piemonte, in un’epoca nella quale anche le famiglie più modeste avevano qualche animale da cortile; la mancanza dei moderni mezzi di refrigerazione ha indotto l’imitazione delle stesse tecniche di conservazione del tonno.

La carne di coniglio è una carne bianca, leggera, molto indicata per i bambini e chi deve evitare eccessi di carne rossa. È salutare e gustosa, un’ottima alternativa alle tristezze dei cavoli e altre deprimenti verdure.

TONNO DI CONIGLIO
Preparazione
30 min
Cottura
1 h 30 min
Tempo totale
2 h
 

La leggerezza del coniglio è valorizzata dalla delicatezza dell'olio d'oliva ligure e dalla fragranza delle erbe fresche nel quale viene bollito. Un piatto semplice ed elegante, che sarà gradito da tutti i tuoi ospiti.

Piatto: Appetizer
Cucina: Italian
Porzioni: 8
Ingredienti
  • 1,2 kg. coniglio
  • 2 teste d'aglio
  • 5-6 rametti salvia fresca
  • 1 bottiglia olio d'evo delicato, possibilmente ligure
Per il brodo
  • 1 cipolla media
  • 1 carota
  • 2 coste di sedano
  • 1 rametto rosmarino
  • 2 foglie d'alloro
  • 4-5 grani di pepe nero
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 4-5 foglie di basilico
  • 3 rametti di prezzemolo
  • 2 chiodi di garofano
  • 1 rametto di timo
Istruzioni
  1. Preparate un brodo aromatico con il basilico, I grani di pepe, le verdure tagliate grossolanamente, rosmarino, alloro, chiodi di garofano, sale, prezzemolo e 2 L. d’acqua. Fatelo sobbollire per 30 minuti e poi immergetevi il coniglio privato della testa e interiora. Fatelo cuocere per circa 1 ora e mezza, fino a quando la carne non si stacca dalle ossa. 

  2. Nel frattempo, approfittane per lavare e asciugare con un canovaccio le foglie di salvia e sbucciare gli spicchi d’aglio.

  3. A cottura ultimata, togliete il coniglio dal brodo e quando è a temperatura ambiente disossatelo con le mani, eliminando accuratamente tutte le ossa e cartilagini. Mentre collocate la carne in una ciotola, salate e pepate.

  4. Preparate 4 vasetti in vetro da 250 gr. o una ciotola grande: mettere sul fondo un po' d’olio, un po' di coniglio, uno spicchio d’aglio e un paio di foglie di salvia. Continuare con questi strati fino a quello finale, da finire con l’aglio e la salvia e un dito d’olio.

  5. Aspettate almeno un paio di giorni prima di servirlo, in modo che i sapori possano miscelarsi ed esaltarsi a vicenda.

  6. Raccomando caldamente di cucinare a vapore 4-5 patate, affettarle, salarle e peparle e servire i pezzi di coniglio su di esse, condendole con l’olio aromatizzato.

    I vasetti possono essere conservati per una settimana, per periodi più lunghi consiglio la surgelazione.

Note

Filtrando il brodo e surgelando lo in 2-3 contenitori otterrete un brodo magnifico per minestre, stufati e paella di coniglio.

0 comments on “TONNO DI CONIGLIOAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *